Il gufetto e la lumaca….

Il gufetto e la lumaca di Giuseppe Travierso.


Il gufetto di Pino Travierso, fa capolino dal rifugio sicuro nella pancia dell’albero. Due occhietti tondi, l’espressione seria e compita, pacioso e sonnacchioso.

WP_20150618_20_42_04_ProUn esempio di come si può sfruttare un nodo del legno. Certo un nodo di certe dimensioni, ma pur sempre un nodo. A volte incuneato nel tronco in modo tale da essere di difficile incisione.WP_20150618_20_41_57_ProMa qui sta la bravura dello scultore. Riuscire a far nascere dall’anima del legno una figura.WP_20150927_09_04_46_ProPino ha visto uscire dal suo pezzo di legno un gufetto e per non lasciarlo solo, ha scolpito una lucertola. Ignara del pericolo a cui si espone, passa sotto lo sguardo del famelico gufetto.WP_20150927_09_04_42_ProPurtroppo non ho le immagini del gufetto finito ma rende già bene l’idea di come può essere da finito.15068365_939661952800813_2903977583620576786_o

Poi, Giuseppe ha voluto deliziarci con una bellissima lumaca e grazie alle venature del legno il risultato della scultura è fantastico. Chissà quale altro animaletto avrà in cantiere lo sculture Giuseppe?

Precedente La portatrice d'acqua. Successivo Mauro e la scultura.