Scultura di Enrico Rimoldi

Scultura di Enrico Rimoldi.Enrico ha dato alla sua scultura il titolo di “Possa il vento avvolgerti col profumo dei ricordi”.Scrivo spesso dei lavori di scultori che conosco e non, ma non è sempre semplice. Quando si tratta di lavori di significato intuibile non faccio fatica a descriverli ma a volte mi ritrovo a dover parlare di argomenti profondi, complessi che nascono dal profondo dell’animo dell’esecutore. Come nel caso di questa incredibile scultura.

Trovandomi in difficoltà ho chiesto allo scultore di parlarmi della sua scultura. Con molta fatica, Enrico ha cercato di spiegarmi. Ho compreso di violare, in un certo senso, i suoi sentimenti e un suo privato. In qualche modo mi sono sentita indiscreta e quasi me ne scuso.Una scultura è una scultura. Una forma, un’armonia. Può essere gradevole, bella, fantastica o mediocre. Ma per lo scultore è una creatura, un foglio su cui dipingere, un concretizzare un momento importante, un mezzo per farsi sentire, vedere, capire, raccontare o raccontarsi. “Possa il vento avvolgerti col profumo dei ricordi”. Il profumo dei ricordi a volte dolce stordente intenso come il profumo degli agrumeti in fiore, appagante e consolatorio. Ritorna un alito caldo, cullandoci come nel ventre materno. Impossibile negarlo, respingerlo, ignorarlo.
Il ricordo può arrivarci con un profumo forte, invadente, pungente. Il dolore ci invade, ci scuote, ci stordisce. Inutile negare o cancellare il passato. Deve esserci in ognuno di noi il bisogno, l’indispensabile necessità di lasciare una scia di pensieri. Un testamento, un lascito d’ intenti, un’impronta del proprio passaggio. Enrico ha scolpito la sua opera come una piccola ambasciatrice di ricordi, indispensabili ricordi, una preziosa eredità.

Avrei potuto raccontarvi che tipo di legno ha usato….le tecniche…eccetera eccetera, ma dopo aver parlato con Enrico ho compreso la forza irruente del suo messaggio e tutto il resto non ha più contato.

Ho scritto con parole mie, ma forse non ancora tutto. Forse ho rubato qualcosa o forse ho guadagnato qualcosa. Forse non ho capito tutto. Non so. Grazie comunque.

Non solo legno……..

Precedente Scultura di volute Successivo Gli gnomi di Breslavia

Un commento su “Scultura di Enrico Rimoldi

I commenti sono chiusi.